Un’estate da giganti

Zac e Seth sono due fratelli costretti a passare l’ennesima noiosa estate nella casa delle vacanze di famiglia. L’estate non sarà poi così noiosa dopo aver conosciuto Dany

Tra la totale assenza di genitori e adulti in genere e neanche un soldo, il trio progetta una fuga da un mondo che sentono non appartenergli.

Visivamente accattivante: rigogliosa e innocente, e a tratti inquietante, è la natura che viene mostrata un po’ come i giovani protagonisti di questa pellicola di Bouli Lanners  buona l’orchestrazione e la scelta degli attori, ma manca la storia e quella profondità che fa scattare il meccanismo d’ identificazione tipico dei film e dei racconti di formazione.

Un finale eccessivamente aperto che lascia troppo -poco- all’immaginazione.

Sono lontane le atmosfere e le emozioni suscitate da film come Stand by me e, se vogliamo, del più leggero, The Goonies.

Occasione sprecata.   

 

 

Annunci