Benvenuti Al Nord

Questa volta non ci siamo proprio.

Ormai è prassi inItalia realizzare sequel dopo che un film ha avuto un’enorme e inaspettato successo al botteghino, ma questo non è garaznzia di successo e, soprattutto di qualità e ancor di più non se ne sentiva proprio l’esigenza.

Laccoppiata Siani-Bisio, nel freddo e nebbioso nord , non funziona e anche tutto gli altri personaggi, sono abbozzati, comparse senza un nesso logico con la storia. Esempio emblematico è il personaggio di Maria interpretato da Valentina Lodovini che non fa altro che mostrare le sue generose curve, niente da dire sulla bellezza mediterranea dell’attrice toscana, ma c’è ben altro.

Tutto risulta campato in aria, forzato, obbligato. E le gag non sono neanche così divertenti.

Se nel primo capitolo, da nord a sud non si poteva far altro che ammettere la bellezza del Clento e di Castelabbate, nel secondo il regista cerca in tutti i modi, un leit motiv forzato,  di farci digerire il fatto che nonostante tutto, anche il quartiere Isola di Milano non è poi così male….forse sarà vero… però non ci crede nessuno neppure i milanesi stessi…

Annunci