Cavalli

l’opera prima del giovane Michele Rho, presentato con successo al Festival del cinema di Venezia nella sezione controcampo italiano ed è stato prodotto dalla Lucky Red di Occhipinti e Arcopinto.

Per le stesse dichiarazioni dei produttori è stata una vera scommessa realizzare questo film, primo per le difficoltà durante la lavorazione e due per la storia in sé, così atipica nel panorama del cinema italiano. A mio parere una scommessa vinta.

Cavalli è un film epico, universale, con inquadrature di ampio respiro, la natura e il senso di libertà la fanno da padroni: i boschi impervi e pericolosi e le montagne dell’appenino così aspre e selvagge.( da notare la volontà del regista di non connotare geograficamente e linguisticamente  il film).  Non manca anche qualche duello in tipico stile western , ma  quello che di western non c’è è il ritmo del racconto che ricorda di più la lentezza e l’immobilità dei quadri del Fattori.

Per essere un’opera prima tanto di cappello a Michele Rho anche per le scelte stilistiche ed estetiche, spesso ricercate.

Insomma  un’opera prima, non scontata, coraggiosa, da vedere.

Annunci